lingua:  it | en | no | es | fr | de | jp | ru | el | ro
Home  »  L'Azienda  »  La lavorazione del peltro

La lavorazione del peltro

La versatilità del peltro come materiale è considerevole: può essere sagomato in riproduzioni di stili classici, prendendo le sembianze di una natura morta fiamminga in cui gli oggetti, disposti ad arte, risultano così pieni di sentimento da sembrare qualcosa di reale, oppure presentare un disegno contemporaneo, fresco e moderno, che si avvale delle qualità naturali un materiale senza tempo. È la trasformazione dell'idea-disegno: da un'immagine nella mente, passando per una serie di schizzi su carta, sino all'effettivo oggetto lavorabile, fedele alla tradizione lombarda dei maestri peltrai.


La lavorazione del peltro non è molto variata nel tempo, ed è ancora oggi interamente artigianale. La creazione di ciotole, piatti, posate e vasellame d'ogni genere passa ancora per l'antica tecnica della fusione. Di seguito potete osservare alcune fasi della lavorazione del peltro alla Cosi Tabellini:

Creazione del prototipo Creazione del prototipo: Il primo prototipo può essere realizzato in legno, cera, direttamente in peltro e, più recentemente, sfruttando la prototipazione rapida delle stampanti 3D. Ottenuto il prototipo, è necessario duplicarlo per ottenere il modello in peltro che servirà da matrice per la creazione degli stampi. La matrice si ottiene solitamente utilizzando la tecnica della fusione in terra, come mostrato nella fotografia a lato.
Stampi Stampi: Ogni oggetto in peltro è realizzato partendo da diversi stampi: uno per il corpo principale e per ciascuno dei diversi componenti. Alcuni pezzi richiedono fino a sette diversi stampi. Gli stampi moderni sono realizzati in gomma siliconica, anche se alcuni degli stampi in ferro originali sono ancora utilizzati e, a volte, per piccole quantità, si utilizzano anche stampi in gesso.
Colaggio Colaggio: Le materie prime (stagno, rame e antimonio) sono mescolate nelle corrette percentuali e riscaldate a 350° in un forno. La lega che si forma, ancora allo stato liquido, viene prelevata utilizzando un mestolo di colata e versata negli stampi con estrema cura. Una volta freddo, il peltro viene delicatamente estratto dallo stampo e i getti della fusione vengono rimossi e fusi nuovamente nel crogiolo.
Sbavatura Sbavatura: A questo punto ogni dosso e grumo superfluo viene rimosso e vengono effettuate incisioni o cesellature, compresa la punzonatura, per migliorare il carattere complessivo dell'oggetto.
Saldatura Saldatura: Ogni pezzo viene poi assemblato e saldato a mano. Si tratta di una procedura che richiede grande destrezza tecnica, in particolare per oggetti destinati a contenere liquidi.
Lucidatura Lucidatura: Con prodotti per lucidare professionali si libera la superficie da qualsiasi asperità e imperfezione, conservando tuttavia il "carattere" del pezzo. L'effetto finale si ottiene utilizzando un panno di cotone.